Come educare il cucciolo a sporcare nel posto giusto?

Una delle tematiche più affrontate al momento dell’arrivo di un cucciolo nelle nostre case, è proprio quella di come educarlo a non sporcare in giro per casa, ma confinare i propri bisogni su un tappetino igienico (pannolone) o fuori.

Il nostro cucciolo non sarà in grado di trattenere urine e feci fino ai 5-6 mesi di età, è quindi totalmente inutile pretendere da lui che stia ore ad attendere che lo portiamo fuori, perchè anche volendo, non può farcela.

E’ quindi opportuno organizzarci e fornire lui degli strumenti accessibili dove sporcare, come ad esempio il tappetino igienico, facilmente reperibile in commercio, con il porta teppetino.

Fig.1 Portatappetino igienico per cuccioli

Il cucciolo nei primi mesi di vita non dovrà avere accesso a tutta la casa, ma il suo spazio sarà confinato a una stanza, per poi essere ampliato successivamente, a mano a mano che, crescendo, riuscirà ad acquisire il controllo delle sue funzioni corporee. Essendo lo spazio circoscritto, lui facilmente raggiungerà il tappetino igienico ogni volta che avrà urgenza di liberarsi (si perchè per lui lo stimolo sarà improvviso e impellente).

Fig.2 Cuccioli di Villa Antica a 1 mese e mezzo di età nel recinto con tappetino igienico

Se il cucciolo non è già abituato all’uso del tappetino, come fare?

Non è difficile in realtà, basta individuare la zona da lui prediletta per liberarsi e posizionarlo esattamente li, aiutandosi con le gocce stimolanti esistenti in commercio, apposite per pannoloni per cani. E’ anche opportuno, dopo il pasto, accompagnare il cucciolo al tappetino, perchè subito dopo aver mangiato, avrà stimolo per defecare.

Durante l’atto non disturbatelo assolutamente, specialmente le prime volte, perchè i cuccioli sono facilmente distraibili e possono abbandonare il tappetino in qualsiasi momento per venire a giocare con voi. Premiatelo dovutamente con carezze e coccole subito dopo l’atto, quando da solo abbandonerà il pannolone. A mano a mano che prenderà dimestichezza con questo strumento, diventerà per lui naturale usarlo ogni volta, e potrete anche gradualmente spostarlo nell’angolo della stanza a voi più comodo.

Fig.3 Obiettivo raggiunto

I mesi passeranno e voi comincerete a portare sempre più spesso il piccolo fuori.

Se frequentate zone in cui transitano altri cani, lasciatelo pure annusare ovunque, sarà piano piano naturalmente stimolato a liberarsi dove lo han fatto gli altri, se invece le uscite saranno in una zona totalmente nautra e pulita, dopo il pasto portate fuori il cucciolo con il suo  il tappetino igienico e mettetelo in terra nell’erba, in modo che lui capisca che può fare i bisogni anche all’aperto.

Cominciate dunque a togliere gradualmente il tappetino, cominciando da 1 ora, per poi lasciarlo solo la notte, a mano a mano che il cucciolo comincia a trattenersi fino a farla fuori, per poi togliere tutto definitivamente.

PORTATE FUORI IL CUCCIOLO ALMENO 5 VOLTE AL GIORNO, ALTRIMENTI ANCHE A QUESTO PUNTO, SI LIBERERA’ IN CASA. NON PRETENDIAMO TROPPO DA LUI.

Dott.sa Lisa Comparini

Questa voce è stata pubblicata in DOMANDE FREQUENTI, EDUCAZIONE e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ cinque = 11

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>